Archivi

Area riservata

PON 2007-2013

PON 2014-2020

PUBBLICAZIONE AVVISO DI GARA – Progetto PON FESR 2007-2013 asse II – Obiettivo C

DENOMINAZIONE PROGETTO:

Riqualificazione degli edifici scolastici ” Energie rinnovabili e risparmio energetico”

Informativa Privacy – somministrazione prove INVALSI

informativa_2013[1]

ENTRATA ALUNNI ALLA 2° ORA

Avviso 57

CONTRIBUTO BUONO LIBRI Anno Scolastico 2012/2013 – COMUNE DI ATRIPALDA

Avviso 58

Progetto per l’Educazione alla Legalità

Liceo Scientifico Statale

“V. De Caprariis”

Atripalda

Anno scolastico 2012-2013

Progetto per l’Educazione alla Legalità

 

“Può il delitto diventare diritto?”

La domanda è chiaramente provocatoria e per molti versi paradossale, e in tale dimensione è finalizzata a sollecitare nei destinatari una riflessione sull’orrore del “potere” che piega il diritto e la giustizia all’affermazione brutale e dispotica di se stesso. Ovviamente, quando ciò si è verificato, il diritto non è stato concepito e applicato nella sua valenza di “nomos”, di legge, tesa, come la politica, a rendere più civile, pacifico e razionalmente ordinato il vivere della comunità umana.

 

Il 24 aprile 2013 gli studenti del Liceo “De Caprariis” della sede di Atripalda incontreranno il giudice dottor Antonino Intelisano, Procuratore Militare Generale presso l’Alta Corte di Cassazione, nella chiesa di S. Ippolisto di Atripalda alle ore 10.00, insieme a tutti gli altri ospiti che, invitati dalla scuola, vorranno partecipare.

L’incontro conclude il progetto del POF dell’Istituto “Testimone del mio tempo” approvato dal Collegio dei Docenti e che ha avuto inizio nel mese di febbraio 2013 con la celebrazione della Giornata della Memoria. Il tema della giornata ha come titolo “Può il delitto diventare diritto?”: l’obiettivo è quello di far riflettere i giovani su eventi che hanno visto come protagonisti cittadini italiani di tutte le età e di tutte le regioni, sul finire della Seconda Guerra Mondiale. Quegli eventi  hanno segnato il destino e la memoria dei singoli e della nazione, ma hanno attraversato la storia italiana dagli anni quaranta fino ad oggi: il giudice Intelisano ha svolto un ruolo chiave nel rivelare al mondo non solo i fatti ma anche i personaggi che li hanno provocati, aprendo alla giustizia il cosiddetto “armadio della vergogna” e testimoniando agli italiani le tristi “stragi nascoste” perpetrate tra il 1944 e il 1945 in Italia e non solo.

Le docenti

manifesto 24 aprileAdele Testa

Maria Antonietta Guerriero

ANAC

Albo Pretorio On-line

Iscrizioni On-line

Polizza Assicurativa

Alternanza Scuola Lavoro

Libri di Testo